L’Autorità Antitrust sanziona Abbanoa. Il Comitato Abbagiusta di Silanus: «Avevamo ragione!»

Giovedì prossimo andranno a Cagliari per l’ennesimo confronto con Abbanoa, ma rispetto alle previsioni della vigilia, l’incontro con i responsabili del gestore unico del servizio idrico regionale, sarà sicuramente più leggero per i volontari del Comitato Abbagiusta di Silanus che, supportati nella loro battaglia dall’Adiconsum, da mesi solleva seri problemi sui disservizi e sulla presunta iniquità della tariffazione di Abbanoa. Proprio oggi, infatti, l’Autorità Antitrust (AGCM) ha reso pubblico sul suo sito la notizia della sanzione erogata nei confronti di Abbanoa Spa per una lunga serie di condotte scorrette nei confronti dei consumatori.

Il dispositivo conferma alcune questioni sollevate dal Comitato Abbagiusta

«Sono in tutto 49 le pagine del dispositivo dell’Autorità – scrive il portavoce del Comitato Abbagiusta Tore Tedde – nelle quali vengono analizzate puntualmente le tante manchevolezze e condotte scorrette sanzionate. Fra queste ben 4 riguardano motivazioni per le quali noi stessi siamo stati costretti ad organizzarci in Comitato per difendere in maniera collettiva i nostri interessi come utenti di Silanus e consumatori oltrechè come semplici cittadini visto che si parla di un bene pubblico di primaria importanza come l’acqua». Fra le proteste della comunità silanese più volte sollevate al Gestore unico del servizio idrico regionale (leggi), il fatto che nelle bollette inviate agli utenti del paese venisse tariffato un servizio di depurazione che di fatto da anni non veniva erogato poiché il depuratore del paese era fuori servizio in maniera conclamata e certificata. Gli utenti silanesi, inoltre, lamentavano «l’impropria esazione pluriennale degli oneri in bolletta e quello della ormai ciclica e prolungata indisponibilità dell’acqua potabile, tariffata tuttavia allo stesso prezzo anche quando – per interi mesi – non utilizzabile per il consumo umano e degli animali»

«Avevamo ragione! Giovedì a Cagliari il confronto con nuovi elementi di valutazione»

«Non avevamo dubbi sulla legittimità delle nostre argomentazioni e dei reclami principalmente sulle vicende che riguardano indistintamente tutti gli utenti Abbanoa di Silanus – sostiene ancora il portavoce – e giovedì andremo a Cagliari presso la sede di Abbanoa, come delegazione del Comitato Abbagiusta insieme ad una rappresentanza dell’amministrazione comunale con importanti elementi di valutazione in più rispetto a tutto il contenzioso in atto a Silanus. Sarà la prima occasione – aggiunge – per leggere e confrontarsi col dispositivo dell’ Autorità Antitrust che ha stabilito, per le pratiche scorrette di Abbanoa, una sanzione di oltre 1 milione di euro».